Avevi sete di un amore libero

Tu non scendesti dalla croce
quando, per schernirti e per provocarti, ti gridavano:
“Scendi dalla croce, e crederemo che sei proprio tu!”
Non scendesti perché, anche questa volta,
non volesti rendere schiavo l’uomo con un miracolo,
perché avevi sete di una fede
nata dalla libertà e non dal miracolo.
Avevi sete di amore libero,
e non dei servili entusiasmi dello schiavo
davanti al padrone potente
che lo ha terrorizzato una volta per sempre.

(F. Dostoevskij, “I fratelli Karamazov”)