La gioia di sapersi amati!

 

Terza domenica di Avvento, detta anche domenica Gaudete, cioè domenica della gioia.
Nella liturgia risuona più volte l’invito a gioire, a rallegrarsi, perché?
Perché il Signore è vicino. Il Natale è vicino.
Il messaggio cristiano è una “buona notizia”, un annuncio di gioia.
La Chiesa non è un rifugio per gente triste, la Chiesa è la casa della gioia!
E coloro che sono tristi trovano in essa la gioia, trovano in essa la vera gioia!
Non è una gioia qualsiasi.
Trova la sua ragione nel sapersi accolti e amati da Dio.
Per quanto siano grandi i nostri limiti e i nostri smarrimenti siamo invitati ad irrobustire le mani, a rendere salde le ginocchia, ad avere coraggio e non temere, perché il nostro Dio ci mostra sempre la grandezza della sua misericordia.
Lui è sempre con noi.
La gioia cristiana, come la speranza, ha il suo fondamento nella fedeltà di Dio, nella certezza che Lui mantiene sempre le sue promesse.
Quanti hanno incontrato Gesù lungo il cammino, sperimentano nel cuore una serenità e una gioia di cui niente e nessuno potrà privarli.
«Rallegrati, piena di grazia: il Signore è con te» (Lc 1,28).
Maria ci ottenga di vivere la gioia del Vangelo in famiglia, al lavoro, in parrocchia e in ogni ambiente.
Una gioia intima, fatta di meraviglia e di tenerezza.
Buona domenica della gioia a tutti!