Perchè abbiamo tanta paura?

 

“Perchè c’è tanta paura nella mia vita? chiese Mack.
“Perchè non credi! Non sai che ti amiamo” rispose Pa.
“La persona che vive nella paura non troverà la libertà nel mio amore.
Non mi riferisco alle paure razionali generate da pericoli reali,
ma a paure immaginate e, soprattutto alle loro proiezioni nel futuro.
Dove passi la maggior parte del tempo, quando pensi, nella tua immaginazione:
nel presente, nel passato o nel futuro?
Ti rendi conto che la tua idea del futuro,
quasi sempre influenzata da qualche paura,
non include quasi mai la Mia presenza?
Quelle paure immaginate hanno un posto nella tua vita,
e per questo tu non credi nè che Io sia buono, nè che Io ti ami.
Canti del mio amore, ne parli, ma non lo conosci!
Non puoi produrre fiducia dal nulla,
o ce l’hai o non ce l’hai.
La fiducia è il frutto di una relazione
nella quale sai di essere amato.
Poichè non sai per certo che io ti amo,
tu non puoi fidarti di me!”
“Non so come cambiare” disse Mack.
“Non puoi, non da solo.
Ma insieme potremo osservare questo cambiamento!
Voglio solo che tu stia con me e che scopra che la nostra relazione
non si basa sui tuoi meriti o sulla tua capacità di compiacermi.
Non sono una piccola divinità egocentrica
che vuole imporre la propria volontà.
Sono buono e desidero solo ciò che è meglio per te.
Il vero problema della tua vita
è che tu non credi che io sia buono.
Se tu sapessi che lo sono, e che tutto,
i fini, i mezzi, i processi delle singole vite,
è investito della mia bontà,
forse non capiresti le mie scelte, ma almeno avresti fiducia in me.
Solo che non lo sai!
Non puoi ottenere fiducia tramite i sensi di colpa, la condanna o la coercizione,
ma solo attraverso un rapporto d’amore.
E io ti amo!”

(tratto da “Il rifugio” di Paul Young)