Andiamo incontro a ciò che accade

“Quando la tempesta ci sorprende sotto costa la soluzione non è né ignorarla né rientrare in porto.
Bisogna rischiare: il mare aperto è la salvezza.
Il domani è la somma di futuro e di avvenire, ma nei momenti in cui è l’avvenire a prendersi tutto il domani,
occorre accettarne la sfida per resistere e per inventare il nuovo,
perché solo l’imprevedibile ci costringe a svegliarci dal nostro letargo di stanche abitudini prive della vita di cui avremmo invece bisogno.
E’ solo andando incontro a ciò che accade che potremo tradurre l’avvenire in un futuro nuovo,
un futuro che non sarà come ce lo aspettavamo,
ma molto più ricco e sorprendente,
proprio perché ha generato, in noi, l’imprevedibile.”
(A. D’Avenia, Ultimo banco, 16.11.2020)