Indulgenza plenaria

Ieri, domenica 1 marzo, durante la celebrazione delle 18,30, il nostro vescovo, mons. Piemontese, ha aperto la porta santa per l’indulgenza plenaria che dal 1 marzo 2020 al 17 gennaio 2021 sarà possibile lucrare presso la nostra chiesa.
Con una solenne e partecipata celebrazione abbiamo avuto la gioia di vivere questo momento di grazia particolare.
La testimonianza dei protomartiri è ancora oggi stimolo per ciascuno di noi per cogliere occasioni e per affrontare le sfide del presente.
I Protomartiri ci ricordano l’importanza di coniugare amore e sacrificio se non vogliamo che il primo resti teorico e il secondo sterile.
Allo stesso modo la vita dei martiri ci richiama a quale sia la forma di vita del cristiano, siamo chiamati a vivere nella gratitudine che si esprime poi nel donarsi agli altri gratuitamente.
Nell’omelia il vescovo ha detto che in questo tempo quaresimale siamo venuti pellegrini in questo santuario per interrogare i santi Protomartiri, sant’Antonio e confrontarci con la loro testimonianza e per imparare a custodire la dignità di Figli di Dio.
Da sant’Antonio vogliamo imparare la costante ricerca di Dio e della sua volontà, l’amore per la Parola di Dio, la passione per il Regno e l’annuncio del Vangelo, la difesa e la cura dei poveri.
Dai santi Protomartiri vogliamo imparare l’amore per Gesù, la passione per l’annuncio del Vangelo, la testimonianza della fraternità nella famiglia di san Francesco e l’amore per ogni uomo e la sua salvezza eterna.

88183302_134604294737230_5287827438343028736_n IMG20200301183910 IMG20200301183908 87991442_134604214737238_6145704102966853632_n 88033273_134604041403922_8443772349496426496_n 88261063_134604088070584_80581274464419840_n 88344365_134604258070567_4662400657251106816_n
<
>