Leone

Un giorno Leone, in attesa che la mamma finisca il suo turno di cassiera nel supermercato, si mette in ginocchio sul marciapiede e si mette a pregare.
Compie lo stesso gesto dovunque: a casa, a scuola, nelle pause del gioco, in camera, destando stupore, imbarazzo, curiosità, risate e perplessità nelle persone che lo vedono e preoccupazione nella madre.
Tale perplessità continua fino a quando, dopo quindici giorni di pioggia persistente in tutta la città , qualcuno inizia a bussare discretamente alla porta di Leone e di sua madre: poi arriva un altro, e poi così tanta gente che non ci stanno più nella casa e le persone si mettono sul balcone. Arrivano persone da tutte le parti della città, stanno in silenzio.
Cosa sta succedendo? Cosa spinge tutte queste persone a frequentare la casa di Leone?
Un romanzo che attira e aiuta a riflettere.
Buona lettura a tutti!