Maria: stella polare della nostra speranza

In questo tempo che ci prepara al Natale, la Chiesa ci presenta Maria, la Donna che Dio ha scelto fin dall’eternità a essere Madre del Figlio Suo.
L’Avvento di fatto è un tempo mariano:
il tempo in cui Maria ha fatto spazio nel proprio grembo al Redentore del mondo;
il tempo in cui la Vergine portò in sé l’attesa e la speranza dell’umanità.
Se Avvento significa la prima venuta storica di Gesù, Maria non solo l’ha attesa insieme al suo popolo,
ma l’ha preparata e resa possibile perché è lei la Madre dell’Atteso.
Se l’ Avvento dice la seconda e ultima venuta di Cristo quando egli porterà la salvezza definitiva,
Maria – che è già nella gloria – anticipa quel futuro che la Chiesa aspetta.
Maria è già ora quello che saremo.
L’Immacolata Concezione è dogma di fede, cioè verità indiscussa affermata da papa Pio IX l’8 dicembre 1854 che scrisse:
La beatissima Vergine Maria nel primo istante della sua concezione, per singolare grazia e privilegio di Dio onnipotente ed in vista dei meriti di Gesù Cristo, salvatore del genere umano, è stata preservata immune da ogni macchia della colpa originale“.
Con il suo SÌ detto a Dio Maria ha percorso il suo cammino di fede fino ai piedi della croce.
Guardando a lei anche la nostra fede deve tradursi in opere quotidiane, in scelte coerenti.
E’ un SÌ faticoso da esprimere a Dio, dopo l’altrettanto faticoso NO che dobbiamo dire al peccato.
Maria è il nostro punto di riferimento, la stella polare della nostra speranza di vivere in questo mondo in maniera rispondente ai disegni di Dio.
Lei è il nostro modello per una vita santa, felice.
Lasciamoci affascinare dalla bellezza che irradia dalla Vergine Immacolata!
Buona festa a tutti!