Ricorda…

“Durante la giornata bisogna stare attenti, essere vigilanti; la parola più giusta è la parola ‘ricordare’.
Ricordare qualunque cosa ti riferisca al fatto che hai incontrato, ricordare Gesù, dire: ‘Vieni, Signore’, ‘Veni Sancte Spiritus, veni per Mariam’; ricordare certi volti.
Guardare.
La compagnia ti dice ‘guarda’.
Persone o momenti di persone, da guardare.
Sei nella tempesta, irrompono le onde, ma vicino hai una voce che ti ricorda la ragione, che ti richiama a non lasciarti portar via dalle ondate, a non cedere. La compagnia ti dice:
‘Guarda che dopo splende il sole; sei dentro l’onda, ma poi sbuchi fuori e c’è il sole’.
Perciò la compagnia è una grande sorgente di amicizia.
L’amicizia è definita dal suo scopo: l’aiuto a camminare verso il Destino.”

(L. Giussani, Vivendo nella carne)